Articoli

trattamento di epilazione laser del viso

Prepariamo la pelle al sole

In questo periodo dell’anno siamo istintivamente portati ad occuparci dei difetti del corpo; la “prova costume” è una vera ossessione e tutti i nostri sforzi sono finalizzati a perdere chili e centimetri!
Ciò è comprensibile ma non dobbiamo dimenticarci di preparare adeguatamente la nostra pelle.

Cosa possiamo fare?
Prima di tutto possiamo e dobbiamo seguire delle norme di buon senso generale: seguire una dieta salutare ed utilizzare una dermocosmesi adeguata ,vediamole in dettaglio .

La dieta deve essere ricca di antiossidanti e vitamine per poter neutralizzare l’­azione lesiva del sole , inoltre,deve essere lievemente ipocalorica e sbilanciata in senso proteico per poter ottenere un più rapido calo ponderale ma salvaguardando il muscolo ed il tono e l’ elasticità della pelle.ovviamente la dieta è un atto medico ed è importante che sia l’ impostazione della dieta che il monitoraggio vengano eseguiti in ambito medico. Anche se il nostro regime dietetico è ineccepibile ineccepibile, è utile integrarla con sostanze indispensabile per contrastare l’azione lesiva dei radicali liberi: i ben noti antiossidanti, se ne conoscono tantissimi : acido lipoico, selenio, sod, resveratrolo etc, una sapiente rotazione di questi andrà a coprire il fabbisogno senza incorrere in inutili se non dannosi sovradosaggi.

La dermocosmesi primaverile ed estiva deve privilegiare l’ idratazione , l’azione antiossidanti e la foto protezione attiva. Se quanto anticipato è una indicazione generale, non dobbiamo dimenticare che la prescrizione dermocosmetica è complessa e deve tener conto non solo dei principi attivi ma anche della forma cosmetica dei prodotti: gel, emulsioni a/o o o/a o creme etc, talora può essere utile, individuate le necessità’ , prescrivere un preparato galenico specifico per quel paziente in quel periodo dell’anno. Non dimentichiamoci delle aree ” difficili ” nel periodo estivo: occhi,mani , collo e decolte ; qui dobbiamo alzare la guardia perché l’ aumento dell ‘esposizione solare su cute più sottile può fare dei veri disastri, esistono dei prodotti cosmetici specifici proprio per questi distretti corporei. Discorso a parte meritano le creme ed i sieri specifici per il corpo, si possono trattare: adiposità e cellulite ma ,altrettanto antiestetici sono la secchezza cutanea del corpo e la lassita.

Con queste premesse potrebbe sembrare che in tutta questa preparazione al sole non si possa far nulla in uno studio di Medicina Estetica…e invece no, per ottenere ottimi risultati è necessario che ci sia perfetta sinergia tra la programmazione e l’attuazione di terapie mediche ed un lavoro domestico svolto con cura e costanza.

Dopo una accurata visita si può fare un programma, qualsiasi siano le necessità si dovrebbe iniziare sempre con un peeling corporeo, chimico o meccanico,eseguiti in maniera diversa a seconda delle necessità e de zone, la finalità è quella di eliminare le cellule morte che impediscono a ciò che applichiamo sulla cute di penetrare.

Il glicolico ad alte concentrazioni (50/70%) è un buon esfoliante ma , se voglio stimolare l’ aumento del tono cutaneo è preferibile usare il PRXt33 un ottimo peeling che è in grado ( tra le altre cose) di attivare anche l’attività dei fibroblasti ad incrementare la produzione di elastina.Il peeling, oltre a migliorare già da se ‘ il tono cutaneo, consente ai principi attivi delle creme di penetrare molto più facilmente ed in quantità maggiori.Se il peeling è il primo atto della strategia medico­estetica, è utile programmare delle tecniche iniettive che, consentono di inserire direttamente nel derma sostanze idratanti ( es acido jaluronico) o sostanze elasticizzanti( amminoacidi) o sostanze antiossidanti ( vitamine e oligoelementi) .

Alcune parti del corpo presentano, più di altre, degli inestetismi estremamente sgradevoli, ad esempio, molte donne rinunciano ad indossare abiti o maglietta a maniche corte o addirittura a mettere il costume da bagno poiché la pelle delle braccia e dell ‘ interno coscia appare grinzoso ed incosistente, privo di spessore; altre zone importanti da trattare sono il collo ed il decolte che , inclemente,dopo essere stati coperti per tutto l’ inverno, dimostrano quanto siamo invecchiati , disidratati e privi di elasticità, sino a poco tempo fa non si poteva ottenere un gran che, da circa un anno, con l’ avvento di nuovi peelings e , soprattutto di nuovi iniettabili di ultima generazione e dei nuovi fili biostimolanti,i risultati sono veramente interessanti e consentono di dare, senza controindicazioni e senza costi eccessivi , una risposta medico­estetica assai valida.Riassumendo, qualunque sia la causa che ci affligge o , ancor di più se non abbiamo un motivo particolare da risolvere ma vogliamo mantenere una buona situazione facendo quindi preziosa prevenzione, è utile partire per tempo e, rivolgengoci ad un medico estetico, fare un programma completo che comprenda dietoterapia personalizzata, integrazione e dermocosmesi mirata e interventi medico estetici idratanti, antiossidanti, elasticizzanti e ristrutturanti; avremo una ” splendida estate” !